Impariamo i saluti in lingua hindi (con video)

saluti hindi namaste saluto indiano
Spesso i libri di lingua hindi trattano l'argomento delle espressioni di saluto molto sommariamente e molti conosceranno l'espressione namaste, o namaskār, ma non sanno effettivamente  come e quando usarle e cosa significano, dunque questo post è esattamente per chi ha questi dubbi, o chi vuole conversare in hindi ma non ha le basi per farlo.

Ho deciso di condividere questo materiale dalle mie dispense delle lezioni personali che creo per i miei allievi e che non si trova facilmente né in rete né nei normali manuali di lingua hindi perché per me creare risorse utili e comprensibili è una sorta di missione e penso possa darvi una idea di come intendo io l'insegnamento dell'hindi. 

A corredo del post c'è un video che potete usare per apprendere la pronuncia di parola e di frase a due velocità. Se ne avete bisogno, potete fermarlo per prendervi il tempo necessario a ripetere.

In hindi i saluti funzionano in modo diverso dalle nostre lingue occidentali, infatti il rispetto e la fede religiosa sono molto più importanti dell'ora del giorno. In contesti meno tradizionali come le grandi città, dove le relazioni tra individui sono meno delineate, si usano anche espressioni di saluto dall'inglese come Good morning! Hello! Ta ta! Bye! ecc. Questo post riguarda, invece, i saluti nel contesto tradizionale.


Cominciamo con नमस्कार namaskār dal sanscrito namaḥ + kāra che letteralmente significa 'fare la venerazione, onorare'. Si usa normalmente con parlanti di fede indù giungendo le mani al petto e facendo un leggero inchino con la testa e la parte alta del busto. Può essere usato quando si arriva e quando ci si congeda ed è abbastanza formale.
namaskar saluto indiano hindi sanscrito
C'è una versione più informale che è नमस्ते namaste, dal sanscrito namaḥ + te 'onore a te' e al quale si può aggiungere anche la particella onorifica  per mostrare rispetto. C'è la tendenza a spiegare queste espressioni con frasi come 'onoro il Dio che è in te' perché il namaḥ viene fatto alle divinità generalmente, ma il significato letterale è qualcosa come 'mi inchino a te'.
namaste saluto indiano hindi sanscrito significato

Un saluto ancora più rispettoso che viene fatto a persone anziane o con ruoli importanti, come i maestri, è il प्रणाम praṇām, parola che in sanscrito significa 'inchino, prostrazione' e in genere si esegue, all'arrivo e al congedo, toccando i piedi o le gambe della persona alla quale si fa. E' una operazione non semplice per chi non ha dimestichezza con l'usanza e io consiglio di farla solo se si sente veramente, perché in genere non è comunque attesa da uno straniero.
pranam saluto indiano hindi sanscrito

La persona salutata dovrebbe rispondere toccando il capo dell'altro con una benedizione, per esempio जीते रहो jīte raho, 'che tu possa vivere a lungo!'
pranam saluto indiano hindi sanscrito
hari om saluto indiano hindi sanscrito indù hindu induista vishnuTra gli altri saluti tradizionali all'arrivo sono importanti quelli basati sulla fede religiosa dell'interlocutore o comunque usati tra devoti di una fede o membri di una comunità religiosa.
Tra indù molto credenti si possono usare saluti che richiamano la divinità prediletta come ad esempio hari om हरि ॐ per i vishnuiti o rām rām! राम राम per i ramaiti
hari om saluto indiano hindi sanscrito indù hindu induista vishnu
Nella comunità sikh, invece, il saluto diffuso è l'espressione सत सिरी अकाल sat sirī akāl nella quale sirī è la semplificazione di śrī e che si potrebbe tradurre letteralmente come 'la Verità è il Signore senza tempo'.
saluto sikh sat siri akal hindi punjabi
Nella comunità islamica, invece, il saluto più comune è सलाम अलैकुम salām alaikum, semplificazione del saluto arabo traducibile come 'che la pace sia con te'
vālaikum assalām


a questo si deve rispondere normalmente वालैकुम अस्सलाम  vālaikum assalām
vālaikum assalām

Anche se non si aderisce a una fede religiosa, è rispettoso usare il saluto corrispettivo con chi la professa e può essere segno di integrazione con gli usi del contesto in cui ci si muove.

Tra i saluti di arrivo ce ne sono alcuni derivati dal sanscrito che si riferiscono come molti dei nostri all'orario del giorno, ma non sono di larghissimo uso, tuttavia a volte si sentono, dunque è bene saperli.

Uno è सुप्रभात suprabhāt, letteralmente 'buon mattino'
saluto indiano mattino sanscrito hindi buongiorno
Poi c'è शुभ संध्या śubh sandhyā, letteralmente 'buon tramonto' o 'buonasera'

Infine, c'è शुभ रात्रि śubh rātri, ovvero 'buona notte'
saluto indiano hindi sanscrito buonanotte
saluti hindi urdu
Quando, invece, ci si congeda, in hindi si usano alcune espressioni comuni che valgono anche per la lingua urdu. Una di queste è चलिए chaliye (versione formale) o चलो chalo (versione informale) in cui si dà il permesso all'altro di andare e traducibile con qualcosa come 'Vai pure!'.




Un'altra espressione è फिर मिलेंगे phir mile̐ge 'arrivederci', con la variante फिर मिलते हैं phir milte hai̐ 'ci vediamo'. In questo saluto la parola phir (di nuovo) spesso è pronunciata fir dai madrelingua per semplificazione fonetica, ma la forma corretta sarebbe la prima.
arrivederci saluto in hindi urdu
Un saluto di congedo persiano usato in urdu e tra islamici, invece, è anche ख़ुदा हाफ़िज़ khudā hāfiz traducibile come 'Che Dio ti protegga'
addio arrivederci urdu persiano

C'è una parola anche per l'addio, che si sente soprattutto nelle canzoni dei film, che è l'ibrido persiano-sanscrito अलविदा alvidā.
addio saluto lingua hindi
saluto hindi è stato un piacere urduA questo elenco aggiungo un paio di espressioni, valide sia per la lingua hindi che urdu dato che usano un lessico urdu, che costituiscono dei congedi ben auguranti. La prima è la più formale आपसे मिलकर ख़ुशी  हुई āpse milkar khuśī huī con la variante informale तुमसे मिलकर ख़ुशी  हुई tumse milkar khuśī huī che si potrebbero tradurre con la nostra 'è stato un piacere (vederti/conoscerti)'. Letteralmente significa 'Ho avuto felicità di averti incontrato'. In diversi tutorial e libri si trova indicata per tradurre il nostro 'piacere (di conoscerti)', ma essendo una frase al passato io la ho solo sentita sempre usare al congedo e non per presentarsi.

L'ultima espressione che ho elencato è अपना ख्याल रखना apnā khyāl rakhnā che sta per i nostri 'abbi cura di te' o 'stammi bene'. Il verbo sembra un infinito, ma qui è un imperativo futuro che in genere indica raccomandazioni. 
stammi bene saluto in hindi urdu

In generale parole come khuśī (dal persianokhyāl (dall'arabo) tipiche in urdu sono molto usate anche nell'hindi colloquiale e si sentono in prevalenza nella lingua parlata nei film hindi. I puristi potrebbero definire questa lingua hindustani più che hindi, ma in realtà è sentita come più semplice e naturale nella vita di tutti i giorni.

Nel video vi ho lasciato anche un quesito finale, provate a rispondere nei commenti e presto vi dirò qual era la soluzione!

A presto! जल्दी मिलेंगे! jaldī mile̐ge!
______________________________________

Chi fosse interessato a lezioni individuali di hindi online può contattarmi per informazioni a questa mail. Per restate aggiornato su nuovi contenuti mensilmente iscriviti alla newsletter qui.

(c) 2020 Marged Trumper. Pubblico il post con la seguente licenza CC BY NC Licenze Creative Commons Licenze Creative Commons Attribuzione – Non commerciale

Comments

Popular Posts